Pianoro comune emiliano romagnolo in provincia di bologna attraversato dal fiume savena e la statale della futa.

PIANORO

  • pianoro
  • bologna
  • rastignano
  • case pianoro
  • case rastignano
  • botteghino
  • Riosto
  • casali pianoro
  • case in affitto pianoro
  • case in vendita pianoro
  • ville pianoro
  • rustici pianoro
  • case coloniche pianoro
  • poderi pianoro
  • capannoni pianoro
  • uffici pianoro
  • negozi pianoro
  • futa 1000 miglia
  • pianoro nuovo
  • pianoro vecchio
  • monte delle formiche
  • castello di zena
  • parco dei gessi
  • valle del savena
  • zena
  • botteghino di zocca
  • S. salvatore di casola
  • orario treni pianoro
  • orario autobus 95 pianoro
  • carteria di sesto
  • colline pianoro
  • vigneti pianoro
  • ristoranti pianoro
  • agriturismo pianoro
  • valverde
  • case di riposo pianoro
  • cinema rastignano
  • fiume savena
  • starcity
  • aziende pianoro
  • palaghiaccio
  • scuole pianoro
  • usl pianoro
  • comune pianoro
  • radio venere
  • case in legno
  • banche pianoro
  • materiali edili pianoro
  • mercato pianoro
  • criket pianoro
  • pianorese
  • orari pianoro
  • farmacia pianoro
  • caserma pianoro
  • park hotel
  • dormire a pianoro
  • mangiare a pianoro
  • turismo pianoro
  • mille miglia
  • seconda guerra mondiale pianoro
  • baldiserra
  • casa protetta pianoro e rastignano
  • biblioteche pianoro
  • centro anziani pianoro
  • anconella
  • livergnano
  • scascoli
  • offerte impiego pianoro
  • targhe alterne bologna pianoro
  • bologna-firenze
  • 3f pianoro
  • aziende edili
  • piazza piccinini
  • cantieri cavet
  • variante della futa
  • ristoranti selezionati
  • piano regolatore pianoro
  • lotti edificabili pianoro
  • Benvenuto su Pianoro.com

    INFO SU PIANORO Nell'Appennino a sud-est di Bologna, percorrendo la strada della Futa e passando per la frazione di Rastignano, troviamo Pianoro; un chilometro prima di Pianoro Vecchia - la borgata distrutta dalla guerra - è la Torre dei Lupari, quattrocentesca, un edificio con torre, loggetta e un mascherone da fontana. Il nuovo centro di Pianoro sorge tre chilometri oltre quello antico.
    In quest'ultimo è interessante visitare la Chiesa di S.Giacomo Maggiore.
    Si tratta di un edificio ristrutturato nel '700, unito a un "ospitale" dei pellegrini di cui si ha notizia fin dal XII secolo. A 15 chilometri da Pianoro troviamo il Monte delle Formiche, un monte isolato, da cui si gode una bellissima vista e che deve il suo nome a un curioso fenomeno naturale.
    Alle falde del Monte delle Formiche si trova un altro edificio interessante, il Castello di Zena, costruito nei pressi dell'omonimo torrente.Anche il castello è di origini medioevali, ma l'architettura ha elementi compositi del XIV e XVII secolo. Nel maniero venne tenuto prigioniero nel 1270 il conte Guido Selvatico di Dovadola, caduto nelle mani dei Conti di Loiano e S. Lazzaro e poi liberato dai Bolognesi.
    Il Santuario di Monte delle Formiche, chiamato anche di S.Maria di Zena, è di origine medioevale, e venne rifatto nel 1297 dopo i gravi danni subiti nella guerra fra Bologna e Ferrara, ma è stato oggetto di diversi rimaneggiamenti anche nel '700, nel '800, e, ancora, nel 1955 per lo scempio patito nella seconda guerra mondiale.


    ALTRE INFORMAZIONI: Pianoro
    comune completamente ricostruito a partire dagli anni 50 dopo la totale distruzione causata dagli eventi bellici Pianoro si estende a sud di Bologna su di un territorio di 107 km.quadrati, articolato lungo due vallate poste sul torrente Zena e sul Savena., collegate fra loro da un reticolo di strade di circa 300 km. Che mano a mano si elevano verso l’appennino. La natura del territorio di Pianoro è particolarmente varia, da Bologna, lungo la prima parte della valle del Savena si scorgono prospettive paesaggistiche straordinarie, su zone calanchive e costoni di arenaria di suggestiva bellezza, senza dimenticare il contrafforte pliocenico. Lungo lo Zena si trova il parco naturalistico dei gessi e dei calanchi dell’Abadessa, mentre sul punto più alto a 638 m. di altezza Svetta il monte delle formiche con il suo notissimo santuario.
    Le vicende storiche che si sono dipanate sul territorio pianarese partono da Ocno di Pianoro, re etrusco che secondo la leggenda visse e morì a Pianoro. Tracce del passaggio dei romani si riscontrano nei toponimi ancora esistenti, Sesto, None e nel ponte romanico sul Savena a Rastignano. Nell’anno 1000 Bonifacio di Canossa era proprietario di gran parte del territorio e risiedeva nel castello di Pianoro, completamente distrutto nel 1377 dai bolognesi che accusavano i pianoresi di cospirare contro la città felsinea.
    Gli eventi bellici della seconda guerra mondiale, hanno provocato la completa distruzione di Pianoro case, ponti, ferrovia, le antiche Chiese, le numerose ville patrizie che punteggiavano le valle del Savena e il bel castello di Zena. Tutto raso al suolo. Negli anni 50 è incominciata la ricostruzione che consente oggi a Pianoro di contare oltre 16300 abitanti con un interessante tessuto produttivo nel settore della meccanica di precisione.
    Pianoro le cui colline sono sempre state ricche di vigneti di qualità conta ora circa 40 aziende vitivinicole ed una trentina di aziende con bovini. Sotto il profilo ricettivo e turistico a Pianoro si contano ben 32 ristoranti 9 alberghi e 4 aziende agrituristiche di buona importanza.
    STORIA: Pianoro
    La presenza dell'uomo in questo appennino è documentata dai reperti fossili fin dall'età paleolitica. Di questa presenza restano tracce importanti: l'insediamento di Monte Bibele (III sec- a. C.), conferma archeologica della fusione tra celti giunti dal nord e gli Etruschi. Oggi si possono vedere luoghi storici, dove nel medioevo esistevano castelli in parte distrutti da guerre feudali e dall'ultimo conflitto mondiale.
    Il nome Pianoro, appare per la prima volta in un documento del 1009 del marchese Bonifacio di Toscana.
    Non è possibile stendere la storia di Pianoro come storia dell'unità comunale attualmente in essere: infatti dal XII-XIII secolo la storia della comunità va letta nel contesto della storia di Bologna
    Il Castello di Pianoro sorgeva, a quanto si legge nelle cronache, su una collinetta alla destra del torrente Savena e aveva la funzione di difendere l'importante via di comunicazione che correva ai piedi di questa
    La guerra in questi luoghi ha fatto molti danni e tutto è stato in parte ricostruito o andato perduto.
    SANTA MARIA DI ZENA, fu sede di un castello e di una pieve certamente ancor prima di Pianoro; appare già in un documento del 962, rifatta nel 1297, il campanile riedificato nel secolo XVIII
    La chiesa si trova sul Monte delle Formiche, che deve il suo nome ad un curioso fenomeno noto in tutto il mondo: attorno all'8 settembre di ogni anno sciami di formiche volanti raggiungono la chiesa, vi entrano e muoiono
    Alle falde del monte è il Castello di Zena, originario del XII sec
    appartenuto alla contessa Matilde di Canossa , viene citato anche nel 1210 dove viene descritto con mura di cinta ed appartenente ai nobili Loiano
    L'archittura si ampliò sino al '600 ed alla fine dell'800 venne restaurato dai marchesi Sassoli de' Bianchi.
    Fa parte del castello la vicina Torre dell'Erede costruita nel XIV sec. che posta più in alto fungeva da vedetta
    Gorgognano (attualmente nella tenuta del Rulletto), un documento del IX sec. lo indica come "Castrum Gorgognani" e sempre come castello viene ricordato nel 1142. Probabilmente la roccaforte fu distrutta prima del 1298 dalle milizie Bolognesi, in quanto in quella data non appare più nell'elenco dei castelli da Fortificare. Durante il periodo visconteo fa parte del vicariato di Monzuno nel 1353, poi di quello di Corvara nel 1376. Dal 1396 al 1575 dipese direttamente dal comune di Bologna e dal capitanato di Roncastaldo. Con la venuta di Napoleone Bonaparte passò al comune di Pianoro. Riosto e la sua chiesa S. Maria Assunta. L'antichità di questo luogo è documentata dalla chiesa stessa, nella sagrestia si conservava un cippo di macigno su cui erano incise diverse croci, caratteri barbari e la data del 1241. Questo luogo fu dominato dalla famiglia Riosto chiamati poi Ariosto, il loro castello sorgeva a ponente della chiesa.
    Percorrendo Via Andrea Costa, dal cartello d'entrata fino all'altezza del Ponte delle Oche, ho contato almeno diciotto esercizi commerciali chiusi (con o senza cartello Affittasi / Vendesi), e uno in chiusura. Altri due si affittano in zona Valle Verde.Complessivamente ventuno, che mi sembra una percentuale molto alta rispetto al totale.Mi sono informato sui fitti e sui prezzi di vendita dei locali: sono eccessivi. A chi conviene? Ai proprietari no, lasciare sfitto un locale ha, tra gli altri, due evidenti svantaggi: il primo, quello di non produrre reddito, il secondo di vederlo rivalutare in maniera inferiore o nulla per il solo fatto che non è redditizio. All'affittuario o al compratore nemmeno: come potrebbero avviare un'attività redditizia con dei costi fissi, come l'affitto o il prezzo d'acquisto (che in qualche modo si deve ammortizzare), così alti? Ci si lamenta, a ragione, che i prezzi sono aumentati notevolmente in concomitanza all'ingresso dell'euro. Tralasciando le speculazioni, comprovate dalla differenza tra i prezzi alla produzione e quelli praticati al pubblico, vorrei spezzare una lancia a favore di quegli esercenti, sostanzialmente corretti, che non possono praticare prezzi competitivi a causa degli alti costi fissi e quindi sono destinati a non aprire o, nel peggiore dei casi, a chiudere. Oltre al problema dei costi e dei prezzi, c'è la faccenda che Via Costa è una strada di passaggio che non consente uno "shopping" tradizionale e le vendite ne sono penalizzate

    Qualcuno potrebbe chiedersi il motivo di questa pagina apparentemente strana, ma ha scopo di aumentare le gia' tantissime "parole chiave",con le quali i motori di ricerca restituiscono il nostro sito. praticamente qualsiasi cosa cercate su google in merito a pianoro non puo' che non restituirvi tra i principali il nostro.

    pianoro,carteria,livergnano,pianoro vecchio,botteghino,loggia della fornace,arcipelago,rastignano,futa,zena,ganzole,guzzano,musiano,sindaco,pian di macina,monte delle formiche, tartufo, linea gotica, Asteroide 26917 Pianoro, Galaverna, Tartufesta
    pianoro, bologna, case pianoro, botteghino, case rastignano, hotel pianoro, alberghi , edilpianoro

    sito ufficiale di pianoro

    entra nel sito di pianoro rastignano carteria di sesto e la provincia montana di bologna











     Pianoro.com è stato realizzato dahttp://www.benni.org .